testata

Luca Massacesi

Informazioni

Immagine-contatto

Articoli

  1. Glossario di notte inoltrata
  2. Ecocapsule
  3. I cittadini sovrani e gli amministratori pubblici
  4. La biosfera e la noosfera
  5. Rigenerazione urbana
  6. Il recupero del Tabakfabrik a Linz
  7. L’uomo giusto per il Colle
  8. Il sistema mass mediatico economico italiano
  9. Il manager della negoziazione
  10. L'Italia: il paese più corrotto d'Europa.
  11. Le competenze dentro OfficineEinstein
  12. La cultura spera nel fundraising
  13. LabGov, governare i beni comuni
  14. Quando la generosità cambia la storia
  15. Il pro bono civico
  16. Ritratti indiani
  17. Il divario crescente della ricchezza
  18. Vigilessa ruba e il giudice l'indennizza
  19. Ops... dov'è il Comune?
  20. Lo storytelling
  21. Perché l'Italia non funziona
  22. Il disordine aiuta a sopravvivere
  23. Dedicato a Paolo
  24. I nuovi trend della comunicazione interna
  25. Rotta verso l'Egeo
  26. Cos'è che fa leggere un giornale?
  27. Ha senso un PdC nell'era digitale?
  28. L'Europa cominciava a starle stretta
  29. Past present and future of public space
  30. I cinque livelli di leadership
  31. La leadership etica
  32. Storie di ordinaria follia... o inettitudine
  33. Una pubblica amministrazione vecchia è di destra o di sinistra?
  34. Lecce bene comune
  35. Il focusing e la teoria ponte
  36. 97 mosse per uccidere un sistema economico
  37. I quattro forum aperti dal Tavolo civico
  38. Seminare futuro in val Camonica
  39. Gli errori di Boldrini e Grasso
  40. La leadership laterale
  41. Il manager sportivo
  42. L'identità del progetto Trevize
  43. Bibliografia sui gruppi
  44. Equity crowdfunding
  45. Rumore, interferenza e contesto
  46. Contro i fondamentalismi tecnologici
  47. Il Tavolo sulla trasparenza comunicativa
  48. La comunicazione in uno Stato etico
  49. Un anno in numeri
  50. 6 marzo, buon compleanno magazine
  51. Turismo culturale. Ancora una volta!
  52. Il codice europeo di condotta sul partenariato
  53. Non lasciamo e raddoppiamo
  54. Ottantacinque ricchi di troppo
  55. Curarsi con il cibo
  56. Processi operativi per uno sviluppo locale sostenibile
  57. Cinque milioni di beni comuni trascurati
  58. Pagare la metro con bottiglie di plastica
  59. Più cultura, meno armi, meno banche
  60. Lo sterminio dei dirigenti
  61. E, se capovolgessimo la scuola?
  62. Quando in un Paese non funziona più nulla
  63. Gli accordi di Stoccolma e le relazioni pubbliche
  64. Capo d'anno momenti di bilanci
  65. Tia, Tor Vergata risponde
  66. Trovare il diciottesimo cammello
  67. A Nelson Mandela
  68. Femminicidio e pubblicità
  69. Trasparenza, integrità e anticorruzione.
  70. Trova un portafogli con 1.500 euro e lo restituisce
  71. Cresce la domanda di giustizia “alternativa”
  72. Ufficio bilancio: a che punto siamo
  73. Collaborazione forza del gruppo
  74. Paesaggio come sintesi di cultura e tradizione
  75. Digitalizzare la manifattura
  76. Nomine trasparenti per competenti
  77. L'elefante incatenato
  78. Per una storia delle relazioni pubbliche
  79. Scenari del progetto urbano
  80. Il principio di partenariato
  81. Verità invisibili ai media
  82. Nasce il Tavolo civico per migliorare lo Stato
  83. Il Kaizen della terra
  84. Disinformazione ambientale globale
  85. Nasce il Tavolo civico per migliorare lo Stato
  86. Le aree interne motore per lo sviluppo futuro
  87. Ghesc, l’albergo diffuso per gli amanti di Bacco
  88. Franco Marmello per noi
  89. A che servono le aziende ora che c'è il web 2.0?
  90. Il salvadanaio 2013 degli italiani
  91. Dal ClicDay al FlopDay
  92. Ricordando la riforma Gentile
  93. Il nostro petrolio
  94. Una carta per la sussidiarietà
  95. I Querdenker, il sale di ogni organizzazione
  96. Caffè sospeso
  97. L'Italia dei beni comuni
  98. Una sarabanda di numeri senza costrutto
  99. La matassa
  100. Quando il Miur comunica
  101. Un' Europa sempre più lontana
  102. Taranto, la parola al creativo
  103. Macumba o metodo?
  104. Per Sabrina
  105. La forza riformatrice della cittadinanza attiva
  106. Questa è Taranto?
  107. La cultura del positivo
  108. La madre 
italiana del metodo Google
  109. E se ti attaccano sulla rete?
  110. Banchieri salvati dall'ignoranza
  111. Ristorazione di qualità da tutelare
  112. Il cliente ha sempre ragione!
  113. Gli Stati generali della consulenza italiana
  114. Einstein e la crisi
  115. Superare la “cultura della decisione”
  116. Per saperne di più su ImpresAperta
  117. Migliorare le performance delle organizzazioni
  118. Il manifesto di ImpresAperta
  119. Il glossario dello sviluppo locale
  120. Il ruolo del partenariato
  121. Strategie per lo sviluppo delle aree interne
  122. Quando i cittadini rinforzano le istituzioni
  123. L'ottavo vizio capitale
  124. Verso la società della decrescita felice
  125. Downshifting, cambiare paradigma
  126. Il Festival dell'energia approda a Roma
  127. Il Sistema museale dell'Umbria
  128. A tutto LinkedIn
  129. Dall'agenzia all'arcipelago
  130. Perché Aaland l'arcipelago della comunicazione?
  131. E se parlassimo di bioetica?
  132. Il Festival dell'energia
  133. La responsabilità sociale dei manager
  134. Il giuramento dell’aspirante manager
  135. La progettazione partecipata
  136. Scrivere di città: design, architettura, paesaggio
  137. Il trionfo dei tablet
  138. I Saggi riabilitano la mediazione civile
  139. L'innovazione che in Italia non c'è
  140. Auto-imprenditorialità
  141. Intelligenza collettiva
  142. Cosa succede in un minuto nella rete
  143. Pity the nation
  144. Com'è andato questo sito
  145. Un piano di miglioramento continuo
  146. Il piano nazionale per la cura civica dei beni comuni
  147. Il bene comune di una Giustizia giusta
  148. Regolamentare, controllare, intermediare
  149. Coesistere è un po' esistere
  150. Se anche il cantiere è un evento
  151. Chi ci ha dato fiducia
  152. Informazione o intrattenimento?
  153. Il manifesto della ciclabilità
  154. Responsabilità
  155. Il grande fratello è arrivato!
  156. La comunità di pratica in pillole
  157. Non è una semplice polizza
  158. Diversity management
  159. Mare pulito: ecco le bandiere blu
  160. Scuola e pensiero lineare
  161. Sviluppo locale e identità
  162. Fantasia
  163. Architetture di carta
  164. Non te la prendere
  165. Saper vivere il cambiamento
  166. Il panda soffoca
  167. Quando il lavoro si concilia con il benessere
  168. I numeri del bel Paese
  169. Progetti generatori di entrate
  170. Le trappole del non-sviluppo
  171. Per un uso efficace dei fondi comunitari
  172. L'innesto in azienda
  173. Quando si dice far acqua da tutte le parti
  174. Quando le mele erano solo frutti
  175. Che cosa è il Search engine marketing
  176. Che cosa è il Search engine marketing
  177. Privacy e internet
  178. Comunità di pratica a Roma
  179. La scuola che vorrei
  180. Consortia Italia
  181. Innovare la cittá
  182. Una nuova scuola per il terzo millennio
  183. Il circo della farfalla
  184. Il caffè è per chi chiude i contratti
  185. Creare momenti indimenticabili
  186. Crowdsourcing: puntare sulla collaborazione
  187. L'etica non è uno scherzo
  188. Ricerche per affinità sociali
  189. Spunti di riflessione per una scuola nuova
  190. Il resto è solo sabbia
  191. Al servizio delle organizzazioni
  192. Un uso commerciale?
  193. Il compagno di viaggio?
  194. Il design italiano
  195. La scuola il cuore della comunità
  196. L'open journalism
  197. Aziende e social: lo stato dell'arte
  198. The State of Social Media 2012
  199. Gli indicatori di efficienza di un Paese
  200. Mi manda Picone
  201. sena.it
  202. La diaspora dei talenti
  203. Bhagidari
  204. Classe dirigente cercasi...
  205. Dal dovere alla responsabilità
  206. Mediocredito europeo
  207. “Cittadino, tesoro mio!”
  208. Spazi indecisi: l'inconscio urbano
  209. Il restyling di Labsus
  210. Il nuovo welfare? Circolare
  211. L'imprenditore sociale
  212. Salvare la tomba del Gladiatore
  213. Il marketing predittivo
  214. Crowdsourcing: nuove risorse aziendali
  215. Crowdsourcing: i vantaggi
  216. La cultura motore di un nuovo sviluppo
  217. "Indice24": di che si tratta?
  218. La customer experience in pratica
  219. Nuovo mandato per le Rp
  220. La carta dei valori dell'Aif
  221. Come stabilire le priorità?
  222. E commerce e multicanalità
  223. Appassionarsi!
  224. Genesi del fare
  225. Non fingete fino a farcela...
  226. E in principio era una capra
  227. La redazione

Presentazione

Presentazione:
Luca Massacesi

Consulente aziendale e formatore, si occupa, da oltre venti anni, di strategie di comunicazione, politiche di comportamenti e di gestione del cambiamento nelle strutture sociali.

Allievo di Federico Spantigati, Italo Capizzi, Pietro Trupia e Fabrizio Giovenale, è tra i soci fondatori, nel 1991, dell’associazione di cultura della comunicazione Correnti. Nel 1990, ha costituito Aaland l’arcipelago della comunicazione, di cui è presidente.

Ha lavorato come consulente per oltre 200 aziende, nazionali ed internazionali, organizzazioni di rappresentanza e amministrazioni pubbliche. 

E’ direttore responsabile del bimestrale “Eichelos” (Spin editore) e del notiziario settimanale online OfficineEinstein. Ha diretto altre quattro riviste e una dozzina di notiziari, ha scritto su Paese sera e Repubblica ed ha progettato e curato la redazione di ventidue riviste e sedici notiziari. Dal 1998 ad oggi ha progettato e diretto diciannove siti e portali. Ha pubblicato oltre 50 saggi o pubblicazioni sui temi dell’organizzazione, della comunicazione, della formazione, dell’evoluzione dei media, dei processi inclusivi. 

E’ stato docente sui temi della comunicazione, dei processi inclusivi e della gestione delle crisi alla Luiss, all’Iri management, al Formez, all’Università di Roma, all’Università di Perugia, all'Università di Trento.

Dal 1975 si occupa di processi di democrazia partecipativa, di processi decisionali inclusivi, di coinvolgimento dei cittadini allo sviluppo e al governo dei propri territori. All'inizio a Roma (dove ha partecipato attivamente all'esperienza dei comitati di quartiere, in particolare per la difesa del Parco del Pineto e del Parco dell'Inviolatella); come vicepresidente nazionale di Italia Nostra ha coordinato numerose battaglie per la difesa del verde, dell'agricoltura e del paesaggio italiano. Come membro del Comitato scientifico di Legambiente ha introdotto i primi studi e le prime esperienze di green economy.

Nella sua esperienza di comunicatore nell'ambito dello sviluppo locale ha progettato e gestito progetti di comunicazione di affiancamento a programmi di sviluppo locale in Puglia (1979) insieme a Renzo Piano all'epoca quasi sconosciuto in Italia, e all'imprenditore illuminista Gianfranco Dioguardi, con un laboratorio per il centro storico di Otranto (Piano, Fazio, "Antico è bello", edizioni Laterza) e a Bari Japigia (1980) con il laboratorio di quartiere (Milella, Piano "Nuovo è bello" edizioni Laterza). Ha poi proseguito con l'elaborazione, insieme a Maria Cristina Venanzi, del modello del "Chantier evenement" a Lione, a Parigi e, sempre in Francia, a Nandy; successivamente sperimentato nella sua versione nazionale di "cantiere evento" a Reggio Emilia, a Roma, a Bari per il teatro Margherita, a Torino. In queste esperienze ha sperimentato vari modelli e processi di democrazia partecipativa, di processi decisionali inclusivi, di coinvolgimento dei cittadini allo sviluppo e al governo dei propri territori. Suoi recenti campi di interesse riguardano la cittadinanza attiva, l'amministrazione condivisa e la manutenzione dei beni comuni, argomenti che ha sviluppato con Labsus il laboratorio per la sussidiarietà di cui è stato vice presidente nazionale ed è membro del Comitato direttivo. Laboratorio presieduto da Gregorio Arena.

Con il Formez ha elaborato e sviluppato, insieme a Gerardo Castaldo, il modello formativo e organizzativo di FormaMentis, curato la comunicazione del progetto CampaniaProgrammazionUnitaria; partecipato al progetto Pass; al progetto Sprint Campania seguendo il piano integrato enogastronomico per il quale a curato l'identità e comunicazione dei "Viaggi del gusto" e del "Campus del gusto"; e il piano integrato dei parchi regionali; partecipato alla definizione dei percorsi di formazione per il servizio sviluppo agricolo della Campania, promuovendo le figure professionali di "gestore della foresta" e di "consulenti del territorio".

 

Approfondendo

Il mio curriculum breve

Il mio curriculum dettagliato

 

Contatti

mail luca@aaland.it

skype lucamassacesi

su linkedin Luca Massacesi