testata

I cittadini sovrani e gli amministratori pubblici

I Cittadini, sovrani, hanno affidato un potere immenso agli amministratori pubblici.

Enormi flussi e masse di denaro passano per le loro mani, oltre 850 miliardi di euro di spesa pubblica annua e oltre 2.100  miliardi di debito dello Stato. Grande e asimmetrico è il loro potere coercitivo. Il potere di giudicare condiziona tutta la società.

 

Stimiamo che gli amministratori pubblici siano 420mila (170mila quelli eletti e 250mila i dirigenti di alto livello). Il solo numero...

L’uomo giusto per il Colle

C’è una relazione tra il 29 agosto 2010 e il 29 gennaio 2015?

C’è!

Il 29 gennaio 2015 il Presidente del consiglio e il capo del partito di maggioranza, Matteo Renzi, scelto dal popolo delle primarie, entrerà nel vivo delle votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica.
Il 29 agosto 2010 Matteo Renzi, e non è un caso di omonimia, lancia l'idea della «rottamazione senza incentivi» dei dirigenti di lungo corso del Pd e dal 5 al 7 novembre seguenti organizza con Giuseppe Civati

Il vizio di leggere i contratti

Nel 2012 feci la tessera del BikeMi per provare il servizio. Non un granché infatti lasciai scadere la tessera l’anno scorso. Ora ho deciso di riprovarci, ma la mia tessera è scaduta da più di un...

Italia yes, Italia no

Sfoglio i ritagli di giornale e le carte del mio fascicolo “Confronti”. Potrei andare avanti per ore. Però che noia, non voglio continuare a snocciolargli dati e cifre. Tanto il concetto è chiaro...

Il pro bono civico

Ecco, dunque, uno dei contributi con cui la società civile può partecipare per far uscire il nostro Belpaese dalla profonda crisi istituzionale, ancor prima che economica, che lo sta...

Ops... dov'è il Comune?

Iniziamo con una buona notizia: sono partiti a Roma i primi due taxi completamente elettrici d’Italia. Sono due vetture di un modello che già viene utilizzato come taxi a New York, Londra, Amsterdam...

Perché l'Italia non funziona

Vi ricordate il fotoromanzo? Credo che ai giorni nostri non se ne trovino più in edicola, ma nelle edicole dell'Italia del dopoguerra spadroneggiava. Se la memoria non mi inganna “Grand hotel”

Il centro storico di Roma si apre ai cittadini

Il Municipio “Roma Centro storico” si dota, con la consulenza di Fondaca, la Fondazione per la cittadinanza attiva, un think tank europeo che si è costituito nel novembre del 2001 ed ha sede a Roma...

Open Data

Con il termine “Open Data” s’intende la pubblicazione sul web dei dati delle pubbliche amministrazioni affinché siano liberamente accessibili a tutti, in formato aperto, senza restrizioni legali o...

Brera special project

Civicum, associazione senza scopo di lucro, ha organizzato, mercoledì 28 maggio, una serata per finanziare il  “Progetto conti trasparenti” della Pinacoteca di Brera e della soprintendenza...

97 mosse per uccidere un sistema economico

Sono quasi un centinaio, per la precisione 97, le principali attività di controllo che gravano sulle piccole imprese italiane. L’Ufficio studi della Cgia di Mestre le ha elencate. Una a una...

Verso una nuova "shared saving spending"

Ho sempre avuto un grande dubbio da quando si parla in Italia di spending review. Prevalentemente, a partire dall’etimologia anglosassone, “review” significa infatti “revisione”.

Già ma una...

Banner cittadini attivi

Banner io partecipo

Amministrazione condivisa

Funziona la nostra pubblica amministrazione? Le scelte importanti sono in mano ai cittadini? Opera in piena trasparenza? E' al servizio di chi la paga? Rende la vita delle persone a cui è al servizio più semplice? Possiamo farne a meno?

Sei domande, sei "no".

Amministrazione pubblica, un gigante del quale una società moderna sembra non poter fare a meno; ma che dovrebbe superare l'attuale stadio di declinazione pseudo democratica dell'amministrazione "reale", nel senso del re, evolvendo verso un'amministrazione "condivisa" cioè vissuta insieme a chi, oggi, la paga e la finanzia.

Guardare oltre

 

Su questi temi noi di OfficineEinstein siamo interessati perché il nostro fine è cercare di guardare oltre! Perché siamo convinti che non può esistere una società moderna, semplice, che permetta di vivere sereni senza un'amministrazione efficiente ed efficace. Tanta la strada da compiere.